Nuove funzionalità in Macrium Site Manager

Traduzione dell’articolo apparso nel sito del produttore al seguente indirizzo

https://blog.macrium.com/new-features-in-macrium-site-manager-f83d747f7eec

Nuove funzionalità in Macrium Site Manager

Disponibile una nuova versione 7.1.3720 di Macrium Site Manager.

Ecco di seguito alcune note sui cambiamenti che puoi aspettarti di vedere.

Repository Remote Sync

In questa versione è stata aggiunto la possibilità di sincronizzare un repository con un server remoto o un dispositivo di archiviazione su base giornaliera o settimanale.

Funziona con:
– un server SFTP
– tutto ciò che può essere visto come una condivisione di Windows (come ad esempio lo spazio di archiviazione di Azure o Amazon AWS Storage Gateway);
– un percorso locale, per supportare la sincronizzazione di un repository su un disco USB collegato localmente.

La sincronizzazione remota è integrata con i repository e può essere configurata nella seguente pagina dei repository:

La sincronizzazione si integra con la previsione del repository e l’avanzamento della sincronizzazione può essere monitorato allo stesso modo di qualsiasi operazione di backup o restore in Site Manager.

Il server di Site Manager si occupa di sospendere i backup durante la sincronizzazione e carica sul server di sincronizzazione solo i dati di backup modificati.

Backup di configurazione

Gli utenti possono ora eseguire il backup e il ripristino della configurazione del Site Manager – questo consente di riconfigurare rapidamente il Site Manager in caso di migrazione. Site Manager eseguirà automaticamente il backup della sua configurazione prima di ogni aggiornamento, per garantire che ci sia sempre un punto di ripristino della configurazione salvato, nel caso l’aggiornamento non andasse a buon fine.

La procedura guidata di configurazione di Site Manager ora consente agli utenti di caricare una configurazione salvata in precedenza.

Modifiche alla procedura “Aggiungi Computer”

La scansione della rete per la ricerca dei computer è spesso lenta difficoltosa, per questo la funzionalità Add Computers è stata modificata in modo che si possano ora aggiungere i computer anche manualmente, senza necessariamente attendere il termine della scansione della rete.

Abbiamo anche aggiunto la possibilità di popolare i computer da un dominio di Active Directory anziché dalla scansione.

Per renderne intuitiva l’individuazione dei computer, adesso, si può aggiungere una descrizione aggiuntiva personalizzata al nome NetBIOS della macchina.

Miglioramenti del repository

E’ stato aggiunto un nuovo tipo di repository: il Local Repository. Alcuni utenti eseguono backup su un’unità di memoria collegata localmente a ciascun computer per motivi di prestazioni e questo era difficile da gestire in Site Manager. Il Local Repository adesso consente la gestione anche di questi backup e di poterli monitorare centralmente senza doverli trasformare in condivisione di Windows.

Poiché la memoria locale è accessibile solo dal computer gestito a cui è collegato, le funzionalità del repository come la navigazione e l’apertura delle immagini non sono disponibili per questi repository.

E’ anche stata aggiunta la possibilità di dare un nome ai “repository” in sostituzione all’indirizzo del percorso del “repository”. Questo può essere utile nei casi in cui un “repository” abbia un percorso molto lungo o sia chiamato con un nome inadeguato. Tutti i “repository” esistenti manterranno il loro nome precedentemente impostato con un percorso.

Altre modifiche

Ci sono stati anche alcuni aggiornamenti e miglioramenti minori.

  • Chiavi di licenza MAL offline: possono essere aggiunte allo stesso modo di Reflect
  • Istruzioni aggiornate per l’integrazione di Slack
  • Crypto miglioramenti alla modalità HTTPS
  • Un’opzione di registro per disabilitare l’invio di e-mail a scopo di supporto
  • Miglioramenti delle prestazioni del registro degli eventi e dei registri di backup.

Puoi scaricare la nuova versione di Site Manager gratuitamente qui:

https://www.macrium.com/site-manager

Include una Trial di 30 giorni per 5 workstation e 1 server. Ulteriori macchine e estensioni del periodo di prova sono disponibili su richiesta.
Anche le licenze di Reflect esistenti “standalone” possono essere gestite tramite la consolle centralizzata MSM.