L’importanza di una valida strategia per il backup dei dati

Traduzione e adattamento a cura di Naonis dell’articolo apparso nel sito del produttore al seguente link

Nick Sills, CEO di Macrium Software, presenta in questo articolo un’interessante panoramica sull’importanza del backup e un breve elenco delle funzionalità di Macrium Reflect.

La perdita dei propri dati è un vero e proprio incubo per ogni azienda. Un tale evento può causare perdite di denaro, di clienti, di accordi commerciali e può anche spingere un’attività alla chiusura.

Quali tipo di dati possono essere persi?

In caso di incidente informatico, una azienda può perdere informazioni cruciali, come fatture, registrazioni d’inventario, contratti, rapporti, informazioni relative ai dipendenti, l’archivio dei clienti, rendiconti finanziari, guide dei prodotti o servizi o opuscoli; ecc. Per l’azienda potrebbe significare la perdita di anni di lavoro.

Perché proteggere i vostri dati?

Il backup ha due scopi:

  • ripristinare i dati da un istante precedente e
  • ripristinare i dati in caso di una loro perdita.

La perdita dei potrebbe avvenire per motivi diversi come:

  • errore umano: per cancellazione o modifica o sovrascrittura dei dati per errore o negligenza;
  • circostanze: per smarrimento del dispositivo, per furto, per incendio, per inondazione o terremoto;
  • danneggiamento dei dati: per infezione da virus o da ransomware, per un errore del software;
  • guasto hardware: per guasto del disco rigido o della CPU o del controller.

Ci sono molti buoni motivi quindi per proteggere i propri dati adottando una appropriata strategia di backup. Senza i backup, infatti, non sarebbe possibile effettuare un ripristino di emergenza per garantire la continuità aziendale in caso di necessità.

I backup devono fare assolutamente fare parte di un piano di ripristino di emergenza ed anzi è consigliato disporre sempre di più di un backup. L’idea giusta è quella di creare più copie dei backup in modo di proteggere la vostra azienda dalla perdita di dati anche nei casi più sfortunati. La regola di backup 3–2–1 è una strategia che si è dimostrata efficace per superare senza gravi danni anche nelle situazioni più imprevedibili. Un approccio in cui “la prudenza non è mai troppa” come quello 3-2-1 garantisce la possibilità di superare quasi tutti gli scenari di guasto senza drammi.

Conservare almeno tre copie dei vostri dati, su due diversi tipi di archiviazione, di cui una copia dei vostri dati al di fuori della stessa sede.

Disporre di almeno 3 copie dei dati (l’originale più due backup). Salvare i dati su almeno 2 due supporti di tipo diverso (nastro, disco rigido, DVD, cloud, server remoto, dispositivo USB o altri dispositivi removibili). Disporre di almeno 1 copia di backup salvata in un luogo diverso per garantire la protezione dei dati in caso di calamità naturali.

Come possiamo iniziare a proteggere i nostri dati?

La perdita di dati va prevenuta implementando soluzioni di backup dei dati, aggiungendo stringenti controlli di accesso ai dati e applicando dei meccanismi di monitoraggio su questa attività ricorrente.

Perché scegliere Macrium?

Backup affidabili: utilizzando la tecnologia avanzata di imaging del disco, l’intero contenuto del disco, inclusi il sistema operativo e i dati, viene salvato in modo sicuro in un file di backup facilmente ripristinabile.

Pianificazione: con Macrium Reflect potrete pianificare quando e come proteggere i vostri dati. Questo per aiutare a non dimenticarsi di effettuare i backup con regolarità ed effettuarli invece con regolarità.

Protezione ransomware: Macrium Reflect viene fornito con Macrium Image Guardian che protegge i file di backup da modifiche non autorizzate, inclusi i ransomware.

Supporto di salvataggio: se si perde il sistema operativo Windows, è possibile avviare con una chiavetta USB (o CD o DVD) il PC utilizzando l’ambiente di ripristino di Macrium Reflect. La prima cosa che va fatta una volta intallato Macrium Reflect sarà quindi la creazione del supporto di ripristino (o il salvataggio dell’immagine di esso per eventualmente creare una chiavetta USB o un CD di avvio). Il supporto di ripristino conterrà una versione avviabile di Windows limitata e una versione completa di Macrium Reflect.

Installazione su nuovo hardware: dall’ambiente di ripristino, è possibile avviare Macrium ReDeploy per poter installare un’immagine avviabile di Windows su nuovo hardware, indipendentemente dal fatto che si tratti di una macchina virtuale o di un computer fisico. Con Macrium Reflect ReDeploy, potete ripristinare un’immagine su un computer diverso o persino creare dischi rigidi virtuali per virtualizzare la macchina.

Controllo e monitoraggio centralizzato: Macrium offre gratuitamente una console di gestione centralizzata per il backup degli endpoint della vostra rete locale tramite Macrium Site Manager, che consente la distribuzione centralizzata gli agenti di backup sugli endpoint e di gestirli centralmente mediate una intuitiva interfaccia web. Nella “dashboard” di amministrazione personalizzabile, potrete vedere a colpo d’occhio lo stato dei backup, oltre alle segnalazioni di eventuali problemi insorti.

Eseguire i backup come macchine virtuali: Macrium viBoot è un altro eccellente strumento incluso in Reflect e consente di creare, avviare e gestire istantaneamente macchine virtuali in ambiente Microsoft Hyper-V partendo da uno o più file immagine Macrium Reflect come base del sottosistema di archiviazione della macchina virtuale.

viBoot è spesso usato per avviare le immagini create utilizzando Macrium Reflect a scopo di convalida o di test, ma rende comunque possibile all’azienda in caso di bisogno  di ripristinare un intero ambiente di rete in pochi minuti.

Backup più veloci: Macrium Reflect Changed Block Tracker (MRCBT) consente di ridurre il tempo necessario per eseguire le immagini incrementali e differenziali monitorando in tempo reale le modifiche ai vari settori delle partizioni formattate NTFS.

Macrium Reflect è disponibile nelle versioni: Workstation, Server e Server Plus per Exchange e Microsoft SQL Server. Tutte le versioni offrono la possibilità di creare immagini di partizioni singole o multiple e di clonare dischi, effettuare il backup di file e cartelle, supportano GPT e dischi dinamici, oltre ad offrire la possibilità di installazione di un’immagine su nuovo hardware, funzionalità chiamata da Macrium “ReDeploy”.