Macrium Rescue Media – Come essere preparato in caso di necessità di ripristino.

Traduzione e adattamento a cura di Naonis dell’articolo apparso nel sito del produttore al seguente link.

Gli incidenti informatici possono costare molto ad una azienda e avere gravi conseguenze. Un guasto hardware, un malware o anche un disastro naturale possono essere causa della perdita di dati importanti, magari indispensabili per la vostra attività.

Ci sono molte cose che potete fare per ridurre al minimo, o mitigare, il rischio di incorrere nella perdita di vostri dati. Uno dei più importanti è effettuare il backup regolarmente. I backup sono preziosi perché garantiscono che nel caso si verifichi un disastro, sia facilmente recuperabile una copia recente e aggiornata dei vostri dati.

Macrium Reflect è un valido strumento di difesa per tutelerei in caso di incidente, tuttavia, c’è un passaggio importante che dovete assolutamente fare per essere sicuri che Macrium vi possa essere di aiuto per recuperare rapidamente i dati: creare il Rescue Media.

Cos’è Rescue Media?

Macrium Reflect Rescue Media è un ambiente di avvio che viene eseguito da un hardware esterno removibile, come un CD o una chiavetta USB, e che va utilizzato quando il sistema operativo di Windows non è più avviabile. Senza di esso, il recupero è molto più difficile; dovrai creare il tuo supporto di ripristino su una seconda macchina e per poi utilizzarlo nella macchina guasta.

Utilizzo di Rescue Media: WinPE o WinRE?

Il Rescue Media può essere basato su Windows Preinstallation Environment (WinPE) o Windows Recovery Environment (WinRE). In genere consigliamo di utilizzare WinRE durante la creazione del supporto di salvataggio perché è possibile accedervi tramite Wi-Fi e non richiede download aggiuntivi.

WinPE è una versione leggera di Windows che può essere utilizzata per una serie di attività, come la risoluzione dei problemi e l’installazione del sistema operativo.
WinPE consente di accedere a Windows tramite riga di comando.
WinRE, offre funzionalità molto simili ma contiene strumenti di ripristino più potenti. È per questo motivo che consigliamo di utilizzare WinRE; ma ha anche il supporto Wi-Fi e non richiede alcun download aggiuntivo.

Come creare Rescue Media

Rescue Media può essere creato dall’interfaccia utente principale di Macrium Reflect. Basta andare semplicemente al menu “Other Tasks” e seleziona “Create Rescue Media”.

Per una guida dettagliata su come creare un supporto di ripristino da zero, visitate la Knowledge Base di Macrium.

Testare i tuoi Rescue Media

Una volta che il vostro Rescue Media è stato creato, è importante che lo proviate. Questo vi darà la certezza che Rescue Media si avvierà correttamente quando sarà necessario.

Per testare il tuo Rescue Media, controllate semplicemente se consente l’avvio della macchina. Indipendentemente dal fatto che sia in esecuzione su un CD / DVD, USB o file ISO, l’avvio di Rescue Media garantirà che funziona correttamente.

Applicazione di aggiornamenti e patch a Rescue Media

Occasionalmente, sarà necessario aggiornare e applicare patch al Rescue Media. Per fare ciò, è necessario ricostruire il Rescue Media ogni volta che Macrium ne apporta delle modifiche. L’interfaccia utente di Macrium Reflect vi informerà della necessità di aggiornare. E’ possibile trovare le note sulla patch anche dal menu “Help”.

Verificate che il vostro hardware sia supportato

Dopo aver avviato il Rescue Media, è possibile verificare che l’hardware sia supportato in Rescue Environment.

Un driver è un software che consente al sistema operativo di comunicare con l’hardware del computer. Se non sono disponibili i driver corretti (ovvero non sono stati aggiunti correttamente) in Rescue Media, non sarete in grado di utilizzare l’hardware (ad es. la chiavetta USB).

Assicurarvi che tutti i driver siano stati caricati correttamente selezionando dalla scheda “Restore”: ” View Unsupported Devices”. Da qui scoprirete quali dispositivi non sono supportati nel Rescue Media dai driver corretti.

A questo punto è importante anche controllare l’accesso alla posizione dei backup per assicurarsi che i file di backup siano effettivamente raggiungibili. Familiarizzare con questo processo renderà il ripristino di un’immagine molto più semplice.

Il Rescue Media semplifica il ripristino con Macrium

Inutile dire che un disastro IT è un evento stressante e difficile. Sebbene sia facile illudersi che non possa accadere, è fondamentale essere preparati nel caso accada: senza questa preparazione, una situazione difficile potrebbe diventare tragica.

Per questi motivi la creazione di Rescue Media dovrebbe essere in cima alla vostra lista di priorità. Come avete letto, non è un processo complicato ma vi garantirà di poter utilizzare la vostra licenza di Macrium Reflect con tranquillità in caso di incidente.