Macrium Reflect Changed Block Tracker (MRCBT)

Traduzione dell’articolo della KnowledgeBase del sito del produttore al seguente indirizzo

http://knowledgebase.macrium.com/display/KNOW/Macrium+Changed+Block+Tracker

Macrium Reflect Changed Block Tracker (MRCBT) riduce la quantità di tempo necessario per eseguire immagini del disco incrementali e differenziali tramite il monitoraggio in tempo reale delle modifiche di un volume formattato in NTFS. Ciò è particolarmente utile quando un file system contiene file molto grandi, come i file degli HD virtuali (VHD), per i quali il miglioramento di velocità è più evidente e il tempo di esecuzione di un’immagine incrementale può passare da ore a minuti o addirittura a secondi.

Implementato come “kernel mode filter driver”, posizionato al di sotto del driver del file system NTFS, MRCBT è in grado di intercettare tutte le richieste di I/O del volume logico e di mantenere traccia di quali blocchi siano stati modificati.

“Basandoci sul confronto avuto con i nostri clienti e dopo un attento esame, abbiamo però deciso di rimuovere la funzionalità aggiuntiva di MRCBT che permeteva di rilevare se un volume fosse stato montato al di fuori della corrente sessione di Windows (ad esempio unità flash USB e sistemi a doppio avvio) e invece, di focalizzarci solamente sull’ottimizzazione di MRCBT per ridurre i tempi dei backup incrementali nella corrente sessione di Windows. Questa scelta ci ha consentito di realizzare una delle soluzioni di Block Tracking tra le più evolute ad oggi disponibili.”

Tradizionalmente, Macrium Reflect rileva le modifiche al file system confrontando la tabella NTFS Master File Table (MFT) del volume di origine con il MFT dell’immagine più recente del set di backup. Sebbene questo metodo sia una delle soluzioni più performanti, non può essere considerata la soluzione ottimale se utilizzata in uno scenario di “backup incrementale continuo”, soprattutto se nel file system sono presenti file di grandissime dimensioni (multi-GB).

Con il nostro driver Changed Block Tracker abilitato, la prima immagine incrementale / differenziale eseguita dopo il primo avvio di Windows sarà eseguita usando il metodo tradizionale. Ciò assicura che le modifiche al file system NTFS eventualmente verificate al di fuori della sessione corrente di Windows siano registrate nel file di immagine. Dopo questa prima immagine in poi, tutte le immagini incrementali / differenziali eseguite sfrutteranno la nostra tecnologia Changed Block Tracker sino al successivo riavvio del sistema operativo.

E’ necessario un riavvio dopo l’installazione di Macrium Reflect per abilitare CBT (eventualmente sarà possibile creare delle immagini anche senza riavviare, ma CBT sarà abilitato solo dopo un riavvio).
A causa di alcune limitazioni tecniche di Windows XP, Macrium Reflect Changed Block Tracker può funzionare solo su sistemi operativi Microsoft Windows Vista e superiori.

Dopo la prima immagine della sessione corrente di Windows apparirà un’icona sul volume preparato per CBT:

L’icona indica che la prossima immagine incrementale o differenziale del volume utilizzerà CBT. La seguente riga verrà visualizzata nel registro immagine:

“CBT Init Success” indica che il backup incrementale sta utilizzando il driver CBT. Si noti che l’operazione ‘Looking For Changes’ (Ricerca modifiche) sarà praticamente istantanea senza una segnalazione della sua esecuzione progressiva.

Macrium CBT Driver Tools

Macrium CBT Driver Tools è una piccola utility che serve per installare e monitorare il driver Macrium CBT su Windows. Macrium CBT Driver Tools fornisce all’utente una rappresentazione visiva dei blocchi modificati e dei diversi indici di prestazioni riportate dal driver di modalità kernel. Lo strumento “Macrium Driver Tools” può essere trovata seguendo questo percorso locale: C:\Programmi\Macrium\Reflect\MrCBTTools.exe

Dopo aver selezionato un’unità, il programma mostrerà i diversi indici di prestazioni e le informazioni sul tracciato dei blocchi per l’unità scelta. Le tonalità più scure indicano una percentuale più elevata di blocchi modificati.
Nota: i blocchi rossi indicano l’ubicazione fisica del file di monitoraggio MRCBT sul volume. Questa visualizzazione verrà resettata ogni volta che sarà avviato un backup del volume con Macrium Reflect.

Facendo clic su uno dei blocchi ombreggiati, Macrium Driver Tools visualizza un elenco di file che utilizzano attualmente i cluster all’interno del blocco.

Indici di misurazione delle prestazioni

Parametro Descrizione
Session Start Time La data e l’ora che MRCBT ha iniziato a controllare il volume. Questo valore verrà resettato quando si monta il volume, normalmente quando viene riavviato Windows.
Number of Writes Il numero totale di operazioni di scrittura sul volume che MRCBT ha monitorato da quando è iniziata la sessione.
Number of Paged Writes Il numero totale di operazioni di scrittura sul volume, indicato come PAGING_IO, che MRCBT ha monitorato da quando è iniziata la sessione.
Number of Tracked Writes Il numero totale di operazioni di scrittura sul volume che MRCBT ha monitorato da quando è iniziata la sessione.
Number of Excluded Writes Il numero totale di operazioni di scrittura sul volume che MRCBT ha evitato, grazie al fatto di aver già registrato i cambiamenti di quella zona del disco, da quando è iniziata la sessione.
Number of Failed Writes Il numero totale di operazioni di scrittura sul volume che MRCBT non è riuscito a monitorare sin dall’inizio della sessione. NOTA: se questo valore è diverso da zero, Macrium Reflect userà il metodo tradizionale di generazione per il backup incrementale.
Time Tracking Il periodo di tempo totale che MRCBT impiega per monitorare le scritture sul volume dall’inizio della sessione.
Average Time Per Tracked Write La durata media del tempo che il MRCBT impiega per tenere traccia di ogni operazione di scrittura sul volume dall’inizio della sessione.
Number of Changed Blocks Il numero totale di blocchi modificati nel volume dall’inizio della sessione.
Number of Changed Bytes Il numero totale di byte modificati nel volume dall’inizio della sessione.
$ CBT A partire da LCN Il primo numero di cluster logici (LCN) del file di monitoraggio MRCBT.
$ CBT Ending LCN L’ultimo numero di cluster logici (LCN) del file di monitoraggio MRCBT.
Bytes Per Logical Cluster Il numero di byte per cluster logico per il volume, come riportato dal file system NTFS.
Bytes Per Block Il numero di byte per blocco, come riportato da Macrium Reflect.
Volume Mount Count Il numero totale di volte in cui il volume è stato installato dal file system NTFS in questa sessione.

Abilitazione e disattivazione della CBT

CBT è abilitato come impostazione predefinita. È possibile comunque disattivare CBT selezionando la casella di controllo “Enable Changed Block Tracking for Incremental Backups” (Abilita blocco dei blocchi di monitoraggio per incrementali backup) nella pagina “Advanced Incrementals” della finestra di dialogo “Reflect Defaults”.

Nota: è possibile attivare o disattivare la CBT in qualsiasi momento senza compromettere le immagini archiviate.

Si consiglia di abilitare l’opzione Delta Indexes for Incremental Backups, in quanto ciò produrrà in tempi più rapidi dei file di immagine incrementali con dimensione minori.

Comments are closed.